Psoriasi

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Generalità

La psoriasi è una delle più comuni malattie dermatologiche, poiché colpisce oltre l’1-2% della popolazione mondiale. È una malattia infiammatoria cutanea cronica caratterizzata da placche e papule rotondeggianti, nettamente delimitate, ricoperte di squame argentate micacee, solitamente di carattere cronico e recidivante. Le lesioni cutanee della psoriasi sono incostantemente pruriginose.

 

Eziologia

L’eziologia della malattia è ancora poco chiara, ma vi è un’evidente componente genetica ed immunologica. Oltre il 50% dei pazienti con psoriasi riferisce un’anamnesi familiare positiva e studi sui gemelli riportano un 65-72% di concordanza tra gemelli monozigoti.

Chiari riscontri indicano il ruolo dei linfociti T nella patogenesi della psoriasi; la stimolazione della risposta immunitaria da parte delle citochine è associata ad un brusco peggioramento di una preesistente psoriasi ed il trapianto di midollo porta la guarigione della malattia.

 

Fattori scatenanti

L’evento scatenante il primo focolaio di psoriasi è talvolta uno stress, fisico o mentale, un trauma o lesioni della cute, oppure una infezione, spesso da Streptococco. Poiché la psoriasi è una malattia a carattere recidivante, riconoscerne i fattori scatenanti è fondamentale per evitare comportamenti o abitudini tali da provocare la riattivazione della malattia. Tra i principali fattori scatenanti:

  • Traumi: contatto con sostanze irritanti, scottature solari;
  • Infezioni: infezioni da Streptococco o Candida albicans (fungo responsabile delle candidosi)
  • Farmaci: clorochina, ACE-inibitori, indometacina, FANS, tetracicline;
  • Altri fattori: stress, consumo di alcol, nicotina, obesità, cambiamenti del clima.

 

Trattamento

Il trattamento della psoriasi è multifattoriale e deve considerare lo stato di salute del paziente, in particolare le funzioni epatica e renale, la presenza di artrite psorisiaca e la superficie corporea coinvolta.

Si utilizzano farmaci per uso topico (calcipotriolo, catrame, antralina, retinoidi), o sistemici (antistaminici, doxepina, metotrexate, ciclosporina) oppure si ricorre alla fotochemioterapia, un tipo di trattamento in cui l’effetto del farmaco somministrato viene intensificato dall’esposizione del paziente alla luce.

La maggior parte dei farmaci utilizzati per curare la malattia sono irritanti per la pelle normale e devono, quindi, essere applicati con cura sulle placche psoriatiche. Possono inoltre provocare follicolite, secchezza della cute e della membrana associata fragilità epidemica.

 

Rimedi vegetali

Diversi principi attivi vegetali vengono utilizzati nel trattamento topico della psoriasi; questi includono il mentolo, la capsaicina e la canfora. Comunemente viene anche utilizzato il catrame vegetale. Tuttavia l’efficacia di questi rimedi tradizionali non è stata confermata da rigorosi studi scientifici. Attualmente l’aloe vera è l’unico fitoterapico per il quale siano disponibili studi clinici attendibili.

I prodotti erboristici utili per la terapia della psoriasi possiedono generalmente azione antinfiammatoria, in grado di ridurre la sensazione di prurito; sono sostanze emollienti per la cute ad azione eudermica. L’ananas ad esempio, è ricca di bromelina, una sostanza con spiccate proprietà antinfiammatorie e spesso si trova in creme o gel per uso topico per la cura della psoriasi.

Gli estratti di semi di pompelmo sono ricchi di bioflavonoidi e terpeni, che agiscono come disinfettanti contro funghi, batteri ed altri parassiti.

La bardana è una droga impiegata comunemente per via orale come depurativo dell’apparato epato-biliare, tuttavia per uso topico può trovare utilità nella cura della psoriasi grazie alle sue proprietà antinfiammatorie ed antisettiche.

L’echinacea a livello cutaneo presenta proprietà dermopurificanti, antirughe ed antismagliature, e spesso la si può trovare all’interno di preparati erboristici per la cura della psoriasi grazie alle suddette proprietà eudermiche.

Il tea tree oil, noto anche come olio essenziale di malaleuca, può trovare utilità per le sue proprietà antinfiammatorie ed antisettiche a livello cutaneo.

 

Share.

Lascia Un Commento