Potassio – Fabbisogno, Fonti Alimentari e Carenza

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Generalità

Il potassio è il principale catione intracellulare: di tutto il potassio dell’organismo, il 98% è contenuto all’interno delle cellule, grazie all’azione svolta della pompa Na+/K+-ATPasi, ossia un trasportatore posto sulle membrane delle cellule, responsabile del trasporto attivo del potassio all’interno della cellula stessa. Come gli altri metalli alcalini, il potassio forma ioni monovalenti K+.

Tra le principali funzioni svolte dal potassio si ricordano le seguenti:

  • Contribuisce al mantenimento degli equilibri osmotici;
  • Contribuisce a garantire l’equilibrio acido-base;
  • Agisce come catalizzatore enzimatico, in particolare nei sistemi cellulari responsabili della produzione di energia;
  • Contribuisce alla trasmissione degli impulsi nervosi;
  • Svolge un effetto miorilassante.

Della quantità di potassio di norma introdotta con la dieta, la maggior parte è eliminata con le urine. I reni rispondono ai cambiamenti improvvisi o duraturi nell’apporto di potassio con corrispondenti variazioni nell’escrezione. Un eccesso di potassio viene eliminato prontamente: circa la metà di un acuto sovraccarico di potassio viene eliminato con le urine entro le prime 12 ore dall’assunzione. La risposta del rene a basse concentrazioni di potassio nell’organismo è invece più lenta: l’escrezione renale di potassio per ridursi al minimo impiega circa 7 – 14 giorni.

L’espulsione renale di potassio sembra essere determinata dalla concentrazione di potassio nelle cellule tubulari del rene e dal gradiente elettrochimico che favorisce la diffusione dello ione nel liquido tubulare. L’escrezione netta è il risultato della secrezione e del concomitante riassorbimento nei segmenti distali dei tubuli renali. Tra i fattori più importanti che regolano questo complesso sistema ci sono l’ormone aldosterone, l’entità del flusso tubulare distale, l’equilibrio acido-base ed i fattori che regolano l’elettronegatività del tubulo distale.

 

Indicazioni ammesse per integratori di potassio

Il potassio contribuisce:

  • al normale funzionamento del sistema nervoso;
  • alla normale funzione muscolare;
  • al mantenimento di una normale pressione sanguigna.

 

Fabbisogno

Consumo giornaliero di riferimento, calcolato in base al REGOLAMENTO (UE) N. 1169/2011: 2000 mg.

 

Fonti

Clicca qui per scoprire le proprietà di tutte le Vitamine

Il potassio è presente in molti alimenti, ma le quantità maggiori si riscontrano nelle patate, nelle banane, nei cavolfiori e, tra gli alimenti di origine animale, nel latte.

 

Carenza

Una carenza di potassio può far seguito all’assunzione di forti dosi di alcuni diuretici, o di alcune manifestazioni patologiche quali vomito o diarrea; si manifesta con un generale stato di debolezza e produce danni a carico del sistema cardiocircolatorio, che, nei casi estremi, possono portare anche a morte.

 

Share.

Lascia Un Commento