Glicosidi fenolici

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

I glicosidi fenolici sono dei principi attivi contenuti in diverse specie vegetali quali Arctostaphylos uva-orsi (uva ursina), Calunna vulgaris (calunna o brendolo) e nelle foglie di Pyrola rotundifolia (pirola).

I principi attivi più noti appartenenti a questa categoria di sostanze glicosidiche, sono arbutina e metilarbutina. Dalla loro idrolisi di libera lo zucchero glucosio ed una componente non zuccherina, detta aglicone, a carattere fenolico.

L’arbutina è un antisettico attivo nelle vie urinarie; si può trovare in preparati utili contro le comuni infezioni di tale apparato (cistiti). Viene assorbita dall’apparato digerente ed eliminata per via renale dove il glucosio viene scisso e libera l’idrochinone che è il responsabile dell’attività antibatterica.

Altri principi attivi appartenenti ai glicosidi fenolici sono iridina, baptisina, floridizina, presenti rispettivamente nelle specie vegetali Iris pallida, Baptisia tinctoria e nelle Rosacee.

Share.

Lascia Un Commento