Levocetirizina – Antistaminico – Foglietto illustrativo

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

Levocetirizina, antistaminico

  • 5 mg compresse rivestite con film

 

Indicazioni Levocetirizina

(Che cos’è Levocetirizina e a cosa serve)

È un medicinale antiallergico.

Il farmaco è indicato per il trattamento dei segni della malattia (sintomi) associati a:

  • rinite allergica (inclusa la rinite allergica persistente);
  • orticaria cronica (orticaria cronica idiopatica).

 

Cosa deve sapere prima di prendere Levocetirizina

Non prenda il medicinale

  • se è allergico (ipersensibile) alla levocetirizina dicloridrato o ad un antistaminico o ad uno qualsiasi 
degli eccipienti di Levocetirizina.
  • se ha una grave compromissione della funzionalità renale (insufficienza renale grave con clearance 
della creatinina inferiore a 10 ml/min).

Non è raccomandato l’uso di Levocetirizina nei bambini al di sotto dei 6 anni poiché le compresse rivestite con film non permettono l’adattamento della dose. 
Chieda consiglio al medico se è probabile che non sia in grado di vuotare la vescica (in condizioni quali: lesione al midollo spinale o prostata ingrossata).

 

Interazioni con altri farmaci

(Possibili interazioni con altre medicine)

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo o ha recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, compresi quelli senza prescrizione medica.

Assunzione di Levocetirizina con cibi e bevande

Si consiglia cautela se Levocetirizina è assunto insieme all’alcol.

In pazienti sensibili, l’assunzione contemporanea di cetirizina o levocetirizina ed alcol o altre sostanze che agiscono a livello centrale può causare l’insorgenza di effetti a carico del sistema nervoso centrale, sebbene sia stato dimostrato che il racemo cetirizina non potenzia gli effetti dell’alcol.

 

Gravidanza e allattamento

Chieda consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale. Informi il medico se è incinta, se sta cercando di restare incinta o se sta allattando al seno.

 

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Alcuni pazienti, a seguito del trattamento con Levocetirizina, possono manifestare sonnolenza/assopimento, stanchezza e spossatezza. Si consiglia cautela nel guidare o nell’utilizzare macchinari finchè non conosce l’effetto di questo medicinale sulla sua persona. Test specifici, condotti su volontari sani, non hanno comunque rilevato alcuna riduzione del grado di vigilanza, della capacità di reazione o della capacità di guidare a seguito dell’assunzione di levocetirizina al dosaggio raccomandato.

 

Come prendere Levocetirizina

(Posologia)

Prenda sempre il medicinale seguendo esattamente le istruzioni del medico. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista.

Dosi:

La dose abituale per gli adulti e i bambini di 6 anni di età ed oltre è di una compressa al giorno.

Speciali istruzioni sulle dosi per specifiche popolazioni:

Ai pazienti con funzionalità renale ridotta può essere somministrata una dose più bassa in accordo con la gravità della loro malattia renale e nei bambini la dose sarà scelta sulla base del peso corporeo; la dose sarà determinata dal medico.

Pazienti che hanno una grave compromissione della funzionalità renale non devono assumere Levocetirizina. Pazienti che hanno solo la funzionalità epatica ridotta devono assumere la dose abituale prescritta.

Ai pazienti che hanno sia la funzionalità epatica che renale ridotte, può essere data una dose più bassa in relazione alla gravità della malattia renale e, nei bambini, la dose sarà anche scelta sulla base del peso corporeo; la dose sarà determinata dal medico.

Levocetirizina compresse non è raccomandato per i bambini al di sotto dei 6 anni di età.

Non è necessario alcun adattamento della dose nei pazienti anziani, purchè la loro funzionalità renale sia normale.

Come e quando deve prendere Levocetirizina?

Le compresse devono essere deglutite intere con acqua e possono essere assunte con o senza cibo.

Per quanto tempo deve prendere Levocetirizina?

La durata del trattamento dipende dal tipo, dalla durata e dal decorso dei suoi disturbi ed è stabilita dal medico.

Se prende più Levocetirizina di quanto deve

L’assunzione di una quantità di Levocetirizina più elevata del necessario può causare sonnolenza negli adulti. I bambini possono mostrare inizialmente eccitazione ed irrequietezza seguita da sonnolenza.

Se pensa di aver preso una dose eccessiva di Levocetirizina, informi il medico, che deciderà quali azioni dovranno essere intraprese.

Se dimentica di prendere Levocetirizina

Se dimentica di prendere Levocetirizina o se assume una dose più bassa di quella prescritta dal medico, non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della compressa; attenda solamente l’ora prestabilita per l’assunzione della dose successiva ed assuma la dose normale come prescritto dal medico.

Se interrompe il trattamento

L’interruzione del trattamento non dovrebbe avere effetti negativi. I sintomi possono riapparire, ma non dovrebbero essere più gravi di quanto fossero prima del trattamento.

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.

 

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, Levocetirizina può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Comuni: possono interessare fino ad 1 su 10 pazienti

  • Bocca secca, mal di testa, stanchezza e sonnolenza/assopimento.

Non comuni: possono interessare fino ad 1 su 100 pazienti

  • Spossatezza e dolori addominali.

Non noti: la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili

  • Sono stati riportati altri effetti indesiderati come palpitazioni, frequenza cardiaca aumentata, convulsioni, formicolio,capogiro, sincope, tremore, disgeusia (alterazione del senso del gusto), sensazione di rotazione o movimento, disturbi visivi, visione offuscata, dolore o difficoltà nell’urinare, incapacità di svuotamento completo della vescica, edema, prurito, rash, orticaria (rigonfiamento, arrossamento e prurito cutaneo), eruzione cutanea, respiro corto, incremento di peso, dolore muscolare, dolore articolare, comportamento aggressivo o agitato, allucinazione, depressione, insonnia, preoccupazioni o pensieri suicidi ricorrenti, epatite, funzionalità epatica anormale, vomito, aumento dell’appetito, nausea e diarrea.

Interrompa l’assunzione di Levocetirizina ai primi segni di reazione di ipersensibilità e contatti il medico immediatamente. I sintomi della reazione di ipersensibilità possono includere: gonfiore della bocca, della lingua, del viso e/o della gola, difficoltà di respiro o di deglutizione (costrizione toracica o sibilo) orticaria, improvvisa caduta della pressione del sangue che può portare al collasso o shock, che può essere fatale.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati peggiora, o se nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informi il medico o il farmacista.

 

Come conservare Levocetirizina

Tenere Levocetirizina fuori dalla portata e dalla vista dei bambini.

Non usi Levocetirizina dopo la data di scadenza che è riportata sull’etichetta interna e sulla scatola dopo Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno del mese.

Questo medicinale non richiede alcuna speciale condizione di conservazione.

 


N.B.: le informazioni pubblicate in questo articolo possono risultare non aggiornate o incomplete. Esse hanno scopo illustrativo, non sono consigli medici, non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni e alle indicazioni dei professionisti della salute che hanno in cura il lettore. Per ulteriori informazioni sul farmaco consultare il portale dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

 

Share.

Lascia Un Commento