cetirizina

Cetirizina – Antistaminico – Foglietto illustrativo

Cetirizina, antistaminico

10 mg compresse

 

Indicazioni Cetirizina

(Che cos’è Cetirizina e a cosa serve)

Cetirizina è un farmaco antiallergico.

Negli adulti e nei bambini a partire dai 6 anni di età, Cetirizina è indicato:

  • per il trattamento di sintomi nasali e oculari della rinite allergica stagionale e perenne.
  • per il trattamento dell’orticaria.

 

Cosa deve sapere prima di prendere Cetirizina

Non prenda Cetirizina

  • se ha una grave malattia renale (insufficienza renale grave con clearance della creatinina inferiore a 10 ml/min);
  • se è allergico alla cetirizina dicloridrato o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale, all’idrossizina o ai derivati della piperazina (principi attivi di altri medicinali strettamente correlati).

 

Avvertenze

(Precauzioni prima dell’uso)

Se è un paziente con insufficienza renale, chieda consiglio al medico; se necessario, deve prendere una dose inferiore. La nuova dose verrà definita dal medico. Chieda consiglio al medico se ha problemi nell’urinare (in condizioni quali lesioni del midollo spinale o problemi vescicali o alla prostata). Se è un paziente epilettico o un paziente a rischio di convulsioni, deve chiedere consiglio al medico.

Non sono state osservate interazioni clinicamente significative tra l’alcool (per livelli ematici di 0,5 per mille (g/l) corrispondenti ad un bicchiere di vino) e la cetirizina usata alle dosi raccomandate. Tuttavia, non ci sono dati disponibili sulla sicurezza quando dosi più elevate di cetirizina e alcool vengono assunte contemporaneamente. Pertanto, come per tutti gli antistaminici si raccomanda di evitare la contemporanea assunzione di Cetirizina con alcool. Se è in lista per un test per l’allergia chieda al medico se deve interrompere l’assunzione di Cetirizina per alcuni giorni prima del test. Questo medicinale può alterare i risultati del test per l’allergia.

 

Interazioni con altri farmaci

(Possibili interazioni tra Cetirizina ed altre medicine)

Informi il medico o il farmacista se sta assumendo, ha recentemente assunto o potrebbe assumere qualsiasi altro medicinale.

Cetirizina con cibi e bevande

Il cibo non influenza significativamente l’assorbimento di Cetirizina.

 

Gravidanza e allattamento

Gravidanza

Se è in corso una gravidanza, se sospetta o sta pianificando una gravidanza, chieda consiglio al medico prima di prendere questo medicinale. Cetirizina deve essere evitato durante la gravidanza. L’uso accidentale del farmaco da parte di una donna in gravidanza non produce alcun effetto dannoso sul feto, tuttavia il medicinale deve essere assunto solo se necessario e su consiglio del medico.

Allattamento

Se sta allattando con latte materno, chieda consiglio al medico prima di prendere questo medicinale. 
La cetirizina passa nel latte materno. Pertanto non deve prendere Cetirizina durante l’allattamento a meno che non abbia contattato il medico.

 

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Studi clinici non hanno messo in evidenza compromissione dell’attenzione, della vigilanza e della capacità di guidare dopo l’assunzione di Cetirizina alla dose raccomandata. Deve osservare attentamente la sua risposta al farmaco dopo aver assunto Cetirizina se ha intenzione di guidare, intraprendere attività potenzialmente pericolose o utilizzare macchinari. Non deve superare la dose raccomandata.

 

Come prendere Cetirizina

(Posologia)

Prenda questo medicinale seguendo sempre esattamente come descritto in questo foglio o le istruzioni del medico o del farmacista. Se ha dubbi consulti il medico o il farmacista. Le compresse devono essere prese con un bicchiere di liquido.

La compressa può essere divisa in 2 parti uguali.

Adulti e adolescenti a partire da 12 anni:

10 mg una volta al giorno come 1 compressa.

Bambini di età compresa tra 6 e 12 anni:

5 mg due volte al giorno come mezza compressa due volte al giorno.

Pazienti con danno renale

Per i pazienti con danno renale moderato la dose raccomandata è di 5 mg una volta al giorno. 
 Se è affetto da malattia renale grave, contatti il medico o il farmacista che possono adattare la dose di conseguenza. Se il bambino è affetto da malattia renale, contatti il medico o il farmacista che possono adattare la dose sulla base delle esigenze del bambino. 
 Se ha la sensazione che l’effetto di Cetirizina sia troppo debole o forte, informi il medico.

Durata del trattamento

La durata del trattamento dipende dal tipo, dalla durata e dall’andamento dei suoi disturbi. Chieda consiglio al farmacista.

Se prende più Cetirizina di quanto deve

Se pensa di aver preso un sovradosaggio di Cetirizina informi il medico. Il medico deciderà quali misure intraprendere se necessario. Dopo un sovradosaggio, gli effetti indesiderati di seguito descritti possono comparire con intensità incrementata. Sono stati segnalati eventi avversi quali confusione, diarrea, capogiri, stanchezza, mal di testa, malessere, dilatazione della pupilla, prurito, irrequietezza, sedazione, sonnolenza, stupore, anomalo ritmo cardiaco rapido, tremori e ritenzione urinaria.

Se dimentica di prendere Cetirizina

Non prenda una dose doppia per compensare la dimenticanza della dose. Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o al farmacista.  

 

Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

I seguenti effetti indesiderati sono rari o molto rari. Tuttavia deve interrompere l’assunzione del medicinale e informare immediatamente il medico se nota la comparsa di:

  • Reazioni allergiche, inclusi reazioni gravi ed angioedema (reazione allergica grave che causa gonfiore del viso o della gola). 
 Queste reazioni possono insorgere subito dopo aver assunto il medicinale oppure successivamente.

Effetti indesiderati comuni (possono interessare fino ad 1 su 10 pazienti)

  • Sonnolenza
  • Capogiro, mal di testa
  • Faringite, rinite (nei bambini)
  • Nausea, secchezza della bocca
  • Affaticamento

Effetti indesiderati non comuni (possono interessare fino ad 1 su 100 pazienti)

  • Agitazione
  • Parestesia (sensibilità anormale della pelle)
  • Dolore addominale
  • Prurito (cute pruriginosa), eruzione cutanea
  • Astenia (estremo affaticamento), malessere
  • Diarrea

Effetti indesiderati rari (possono interessare fino ad 1 su 1000 pazienti)

  • Reazioni allergiche, alcune gravi (molto rare)
  • Depressione, allucinazioni, aggressività, confusione, insonnia
  • Convulsioni
  • Tachicardia (battito cardiaco accelerato)
  • Funzionalità epatica anormale (aumento dei valori di transaminasi, fosfatasi alcalina, γ-GT, bilirubina rilevabili mediante l’esame del sangue).
  • Orticaria
  • Edema (gonfiore)
  • Aumento di peso

Effetti indesiderati molto rari (possono interessare fino ad 1 su 10000 pazienti)

  • Trombocitopenia (basso livello di piastrine nel sangue)
  • Tic (spasmo abituale)
  • Sincope, discinesia (movimenti involontari), distonia (contrazioni muscolari prolungate anormali), tremore, disgeusia (alterazione del gusto)
  • Visione offuscata, disturbo dell’accomodazione (messa a fuoco difficoltosa), oculorotazione (occhi con movimenti circolatori non controllati)
  • Angioedema (reazione allergica grave che causa gonfiore del viso o della gola), eruzione fissa da farmaci
  • Anormale eliminazione delle urine (svuotamento involontario della vescica durante il sonno notturno, dolore e/o difficoltà nell’urinare)

Effetti indesiderati con frequenza non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili)

  • Aumento dell’appetito
  • Idea suicida (preoccupazioni o pensieri suicidi ricorrenti)
  • Amnesia, compromissione della memoria
  • Vertigine (sensazione di rotazione o movimento)
  • Ritenzione urinaria (incapacità di svuotamento completo della vescica)

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico o al farmacista. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite l’indirizzo www. agenziafarmaco. gov. it/it/responsabili. Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

 

Come conservare Cetirizina

Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sulla confezione dopo “SCAD”. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese. La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.


N.B. : le informazioni pubblicate in questo articolo possono risultare non aggiornate o incomplete. Esse hanno scopo illustrativo, non sono consigli medici, non intendono e non devono sostituirsi alle opinioni e alle indicazioni dei professionisti della salute che hanno in cura il lettore. Per ulteriori informazioni sul farmaco consultare il portale dell’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.